Cinghiali a Torino: dopo Roma, il problema riguarda anche il capoluogo piemontese

·2 minuto per la lettura
cinghiali Torino
cinghiali Torino

Non solo tra le storiche via di Roma: i cinghiali arrivano anche a Torino. Nel centro della capitale sabauda sono stati avvistati due esemplari non lontani dalla chiesa della Gran Madre.

Dopo Roma, i cinghiali arrivano a Torino

I numerosi cinghiali che passeggiano tra le vie di Roma causano non pochi disagi (e anche tanta paura) tra i cittadini, preoccupati per la presenza ormai assidua di cinghiali adulti che si aggirano spesso con i loro cuccioli. A testimoniarlo, in un parco nel cuore di Roma, è stata la famosa attrice Claudia Gerini, poi Massimo Lopez, inseguito da un cinghiale sotto casa mentre buttava la spazzatura. Il problema, tuttavia, sembra interessare anche altre città. È il caso di Torino, dove due esemplari sono stati avvistati in centro. Un serio disagio, che mette in pericolo i cittadini e gli stessi animali.

Roma è stata classificata la Capitale più sporca, ma le scarse condizioni igieniche interessano molte altre grandi città italiane, da Nord a Sud. Succede a Torino, dove una coppia di cinghiali è stata avvistata e filmata tra le vie del centro. Erano circa le 20.45 di martedì 21 settembre, in via Villa della Regina. Alcuni passanti hanno ripreso la scena, ma i cinghiali non sono sembrati affatto infastiditi, continuando ad aggirarsi tra le vie della città, quasi fino a piazza Gran Madre. Poi sono scomparsi.

Cinghiali a Torino, il commento di Luciana Littizzetto

Ad aver condiviso l’immagine dei due cinghiali è stata anche Luciana Littizzetto, torinese doc.

Sui suoi social, mostrando la foto dei due esemplari, ha scritto con la sua solita ironia: “I miei nuovi vicini. Va via Ronaldo e arrivano i cinghiali. #benemanonbenissimo”.

Cinghiali a Torino: problemi da Nord a Sud

I cinghiali sembrano ormai perfettamente urbanizzati, non spaventati dal traffico o dalla presenza della gente. Con l’emergenza coronavirus si è registrato un aumento del 15% di cinghiali. Secondo i dati diffusi da Coldiretti, questi animali sarebbero la causa di numerosi incidenti, pari a un incidente ogni 48 ore, con 16 vittime e 215 feriti registrati durante l’anno della pandemia. Molti anche i danni ai raccolti, con perdite per milioni di euro.

Oltre a Torino, l’intera Regione Piemonte conta circa 20mila esemplari.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli