Cinque regioni rischiano un nuovo lockdown: quali?

·1 minuto per la lettura
Regioni a rischio chiusura
Regioni a rischio chiusura

Dato l’aumento di contagi e ricoveri da coronavirus, l’Italia si starebbe avvicinando allo scenario 4, quello che gli esperti definiscono il più grave e allarmante che, con un indice di contagio sopra l’1.5, comporta l’introduzione di nuove restrizioni. Cinque regioni sono già entrate in questa situazione e sarebbero pertanto a rischio chiusura dato che il loro Rt è superiore alla soglia indicata.

Regioni a rischio chiusura

I territori interessati sono Lombardia, Emilia-Romagna, Molise, Piemonte e il Trentino Alto-Adige. Questi i loro indici di trasmissibilità in ordine decrescente:

  • Molise: Rt 2.1

  • Lombardia: Rt 2.01

  • Piemonte: Rt 1.99

  • PA Bolzano: Rt 1.92

  • Emilia Romagna: Rt 1.6

  • PA Trento: Rt 1.56

Intanto il governo sta ragionando con le amministrazioni locali sull’ipotesi di istituire lockdown nelle città più colpite tra cui Milano, Roma e Torino.

Già prima di conoscere il loro tasso di contagio nel consueto monitoraggio settimanale, gli esperti avevano ipotizzato che le suddette regioni avessero già superato la soglia per entrare nello scenario 4. Una situazione che, si legge nel report, potrebbe portare rapidamente ad una numerosità di casi elevata e chiari segnali di sovraccarico dei servizi assistenziali. Se dovesse perdurare per tre settimane, le suddette regioni rischierebbero “misure di contenimento molto aggressive“, vale a dire un lockdown.

Che la situazione si sia aggravata lo ha riconosciuto anche il commissario straordinario all’emergenza Domenico Arcuri. Confermando che la crescita del contagio non è mai stata così impetuosa, ha lanciato l’allarma sul fatto che “con questi numeri nessun sistema sanitario, tantomeno quello italiano, sarà capace di reggere“.