Ciotti (Corepla): plastic tax è telenovela, fortemente... -2-

Pat

Rimini, 5 nov. (askanews) - La seconda parte, ha ricordato Ciotti "è rivolta alle industrie che devono innovare in due direzioni: la prima è di avere imballaggi sempre più riciclabili; la seconda è quella di utilizzare sempre più materie prime riciclate per la produzione dei loro imballaggi. Ora questa plastic tax non spinge né il cittadino a fare più raccolta differenziata, né le industrie a fare più innovazione, per cui non si capisce come possa avere un obiettivo di maggiore sostenibilità".

"L'auspicio - ha concluso il presidente di Corepla - è che ci sia una profonda revisione del concetto di plastic tax perché sulla plastica non ci deve essere uno scontro ideologico ma uno scontro tecnologico, affinché le nuove tecnologie, i nuovi sviluppi dei materiali riciclati, possano consentire un'effettiva attuazione dell'economia circolare, tenendo presente che l'economia circolare parte dal consumatore che fa la raccolta differenziata".