Circle Raccoglie 100 mln di USD per Creare Circle USD Coin

Fabio Carbone
Circle, società di Boston (USA) sostenuta da Goldman Sachs, ha ottenuto 110 milioni di USD sotto forma di investimento dal gigante del mining cinese Bitmain Technologies.

I soldi serviranno a sostenere la nascita del token Circle USD Coin il cui valore sarà legato al dollaro USA. Il lancio ufficiale è previsto per la prossima estate si apprende in una nota.

 La startup americana rassicura che ciascun token USDC sarà coperto da riserve di USD attraverso un meccanismo trasparente. Proprio ciò che manca alle altre criptovalute con approccio fiat-backed, sostiene Circle nell’annuncio pubblicato sul suo blog ufficiale.

 Al round finanziario hanno partecipato altre società e investitori di rilievo internazionale tra cui: IDG Capital, Breyer Capital, General Catalyst, Accel, Pantera, Digital Currency Group (nota per essere società controllante di Coindesk, Grayscale e altre). 

Un aiuto all’adozione di sistemi Blockchain-based

Circle crede che una criptovaluta sostenuta da una valuta fiat tradizionale aiuti l’adozione di sistemi basati su blockchain.

 Jeremy Allaire, Chief Executive officer di Circle lo spiega così:

 E’ difficile usare qualcosa come bitcoin se la volatilità è così alta, qualcosa di simile

– le stablecoin – lo rendono più possibile. 

Una valuta digitale stabile incoraggia la maturazione del settore dei contratti finanziari basati su piattaforme smart contracts come titoli tokenizzati e prestiti, spiega la start up.

Circle lancia il suo primo token “stampato” da Bitmain

Con una battuta potremmo sostenere e non completamente a torto, che Circle ha chiesto a Bitmain di “stampare” il suo token Circle USD Coin.

Bitmain investendo i suoi capitali è ora parte di CENTRE e sosterrà il lancio del token USDC e provvederà a introdurre più stablecoin sostenute da valute fiat a corso legale. Bitmain ha il ruolo di fornire interoperabilità finanziaria in tutto il mondo a vantaggio di consumatori, imprese, istituzioni e mercati globali. In particolare Bitmain sosterrà gli sforzi di CENTRE nell’introdurre più stablecoin in determinate aree geografiche.

Il token USDC verrà sviluppato e supportato dal framework open source CENTRE, una sussidiaria di proprietà Circle. Ma CENTRE potrebbe diventare una compagnia indipendente se altre società si aggiungeranno al network.

A cosa servirà Circle USDC

 Il token Circle USDC è una soluzione che consentirà ai consumatori di acquistare e usare il token per i pagamenti online e fare trading nell’ecosistema crittografico.

La garanzia di USDC risiede nella riserva integrale in USD assicurata da Circle. Alla base del sistema blockchain c’è il framework open source sviluppato e governato da CENTRE, che offrirà una supervisione indipendente dell’offerta di Circle.

La garanzia di trasparenza

Come si apprende dal comunicato stampa Circle è consapevole che una stablecoin legata a riserve finanziarie in valute a corso legale ha bisogno di trasparenza.

Il suo approccio dichiarato è di operare con trasparenza finanziaria e operativa nel pieno rispetto delle leggi e dei regolamenti imposti negli Stati Uniti d’America. A consolidare la garanzia di trasparenza partner bancari noti e auditor indipendenti.

Il token, inoltre, è costruito su una piattaforma open source con uno schema aperto a cui possono partecipare Istituzioni Finanziarie ammissibili.

La criptovaluta USDC sarà un token ERC-20 coniato, emesso e riscattato in base alle regole di rete definite da CENTRE.

Non l’unica Stablecoin che nascerà

La start up Circle fa chiaramente intendere che USDC non sarà l’unica stablecoin a nascere su CENTRE. Il suo token sarà solo il “primo membro” della CENTRE network. In futuro altre società potranno liberamente dare vita alla propria stablecoin a condizione che i partecipanti al network seguano un iter di regolamentazione per ottenere le licenze previste dalla legge e garantiscano revisioni della proposta indipendenti ed autorevoli (Audit).

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: