"Ciribiribì Kodak", abbattuta la casa di Davide Marotta

"Ciribiribì Kodak", abbattuta la casa di Davide Marotta (Photo by Ivan Romano/Getty Images)
"Ciribiribì Kodak", abbattuta la casa di Davide Marotta (Photo by Ivan Romano/Getty Images)

Aveva pregato che la sua casa non venisse abbattuta. Davide Marotta, il protagonista della pubblicità degli Anni Ottanta "Ciribiribì Kodak", aveva anche fatto un appello al presidente del Consiglio. Tutto inutile: la sua casa è stata abbattuta.

LEGGI ANCHE: Bonus casa 2022-2023, quali sono e quali scadranno a fine anno

La casa dell’attore napoletano Davide Marotta si trovava a Poggio Reale. E' stata demolita a causa di abusi edilizi effettuati negli anni. La casa risaliva alla fine dell’Ottocento e la famiglia di Marotta ci abitava da più di 100 anni. L’attore di "Ciribiribì Kodak", affetto da nanismo, l'aveva ristrutturata negli anni ’90 per farci vivere l’anziana madre invalida, di 88 anni, che proprio in quella casa era nata.

La demolizione della casa ha causato una grande sofferenza a Davide Marotta, che inutilmente aveva chiesto un condono. A rendere più complicata la situazione, il fatto che Marotta non sapeva come dire all'anziana madre che li avrebbero sfrattati.

LEGGI ANCHE: Wanda Nara e Mauro Icardi sono tornati insieme? L'indiscrezione dall'Argentina

Nonostante il ricorso al Tar vinto dall’attore nel 2017, la casa è stata abbattuta. Le ruspe si erano già messe in moto lo scorso 15 novembre, ma l’intervento era stato rinviato in extremis perché molti cittadini si erano dati appuntamento per supportare l’attore.

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Sanavano abusi edilizi, ai domiciliari vigile nel napoletano