Cirio: in Piemonte codice deontologico per amministratori... -2-

Red/Cro/Bla

Roma, 30 dic. (askanews) - Ripercorrendo i risultati ottenuti nei primi sei mesi di attività della sua Giunta, il presidente Cirio, alla presenza degli assessori e del presidente del Consiglio regionale, Stefano Allasia, si è soffermato su diversi temi: l'importanza del dialogo con i territori, le categorie produttive e le parti sociali, "che vuole segnare anche la diversità rispetto all'esperienza di governo precedente, con cui si lamentava difficoltà di dialogo", l'approvazione della delibera sull'autonomia differenziata, che "aumenta la richiesta da 13 a 23 materie e potrà finalmente essere incardinata nella trattativa con il Governo, accanto a quelle di Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna", la rimodulazione dei fondi non spesi e a rischio di restituzione e l'avvio con Bruxelles della campagna di concertazione sulla programmazione 2021-27, l'inizio della rottamazione norme superate o non più attive con il disegno di legge riguardante le prime 29 e l'avvio dei tavoli di per la semplificazone con gli esponenti delle varie categorie produttive.

Per quanto riguarda la sanità, ha ricordato i passaggi importanti compiuti per la realizzazione del Parco della Salute di Torino e della Città della Salute di Novara, l'iniziativa "Adotta un medico" per portare a 50 le borse di studio per medici specializzandi pagate con risorse piemontesi pubbliche e private, l'avvio della farmacia dei servizi con nuova convenzione con le associazioni del settore, il potenziamento dei reparti di Emodinamica e l'apertura per 24 ore al giorno dove non era prevista.

(Segue)