Cisterna perde acido cloridrico: intervengono i Vigili del Fuoco

·2 minuto per la lettura
Verbania perdita acido cloridrico cisterna
Verbania perdita acido cloridrico cisterna

Paura a Pallanza, frazione del comune di Verbania nella provincia del Verbano-Cusio-Ossola, dove nella mattinata di giovedì 10 giugno si è verificata una perdita di acido cloridrico da una cisterna. I Vigili del Fuoco hanno evacuato in via precauzionale una cinquantina di residenti.

Verbania, perdita di acido cloridrico

I fatti si sono verificati poco prima della 6 in via Brigata Valgrande Martire a Pallanza. L’autista della cisterna da 26 mila litri si è accorto che il mezzo aveva una fessura da cui perdeva il contenuto nel terreno adiacente al torrente san Bernardino. Ha quindi allertato subito i Vigili del Fuoco del comando di Verbania che sono intervenuti immediatamnte sul posto per un primo intervento di messa in sicurezza disperdendo la nube che si era creata con l’esalazione.

Presenti sul posto anche la Polizia municipale e il sindaco Silvia Marchionni che hanno avvertito gli abitanti della zona invitandoli a lasciare temporaneamente l’abitazione o, per chi fosse impossibilitato, a chiudere le finestre. L’operazione dovrebbe terminare nel primo pomeriggio.

Verbania, perdita di acido cloridrico: gli interventi

Oltre ai pompieri sono giunti sul luogo gove è avvenuta la perdita anche i tecnici dell’Arpa e i volontari della Protezione civile che con gli idranti stanno ripulendo l’area. “Dal punto di vista ambientale l’acido cloridrico non ha raggiunto il torrente in quanto è presente un’ampia fascia sabbiosa di ghiaia che drena. Non vi sono pericoli per la popolazione“, hanno fatto sapere.

Nel frattempo è giunta un’altra cisterna dallo stabilimento Hydrochem di Pieve Vergonte, proprietario di quella che ha perso l’acido cloridrico. A sovrintendere le operazioni di travaso è il Nucleo Nbcr (Nucleo Biologico Chimico Radiattivo) di Milano Torino. Alla ditta verrà successivamente data indicazione per la bonifica dell’area contaminata.

Verbania, perdita di acido cloridrico: i rischi

L’acido cloridrico è un acido inorganico forte utilizzato in moltissimi processi industriali che, se inalato, è fortemente irritante per le vie respiratorie umane: può infatti provocare reazioni di tipo asmatico ma anche asfissia in caso di esposizione prolungata. Si tratta di una sostanza corrosiva anche per gli occhi e la cute che trova utilizzo nel trattamento di minerali e fosfati grezzi ma anche nella pulizia di cantiere dopo la posa di pavimenti resistenti agli acidi per eliminare tracce di cemento e stucco. Data la tossicità e il suo potere corrosivo, il suo utilizzo è comunque di norma sconsigliato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli