Cittadinanza, Associazione Neri Italiani: battaglia per riforma è sacra -3-

Pol

Roma, 10 gen. (askanews) - I Neri Italiani chiedono anche "l'abolizione dei decreti sicurezza che oltre ad essere una legge infame ed incostituzionale contiene al suo interno un allungamento dei tempi per richiedere la cittadinanza. Deve passare il principio per cui l'acquisizione della cittadinanza sia non più un interesse legittimo, ma un diritto soggettivo".

"Riteniamo che la riforma della cittadinanza non possa essere associata ad un colore politico, né tanto meno strumentalizzata a fini elettorali, ma essa debba rappresentare la risposta, seppur tardiva, dello Stato nella sua totalità nel suo impegno di attuare norme in sintonia con i principi costituzionali. La lotta per l'estensione del diritto di cittadinanza è una lotta giusta, di tutti, che va nella direzione dell'eliminazione delle diseguaglianze sociali e politiche. E' una battaglia sacra per il bene di questo nostro Paese".

"Non riconoscere la cittadinanza a coloro che sono nati o cresciuti nel nostro paese con origine diversa - sottolineano - vuol dire negare la realtà: ovvero che l'Italia è da sempre un paese multiculturale dove la radicata identità nazionale e locale deve dialogare con una molteplicità di culture diverse all'interno di una compagine di valori condivisi. Lavorare sulla cultura, coltivare la tolleranza e l'intercultura, tutelare le parti discriminate della società crediamo siano dei punti importanti da sottolineare. Dimensioni identitarie complesse necessitano analisi e visioni più approfondite ed estese allo stesso tempo".(Segue)