Cittadini britannici dovrebbero riuscire a fare vacanze in Europa - Ceo Ryanair

·1 minuto per la lettura
Ryanair Chief Executive Michael O'Leary speaks at a news conference in London, February 24, 2005. To..

LONDRA (Reuters) - Ryanair è abbastanza sicura che i turisti britannici saranno in vacanza in Europa a giugno, luglio e agosto, un raggio di sole per l'industria del turismo in uno scenario cupo a causa dell'aumento di contagi da Covid nelle principali destinazioni.

Michael O'Leary, Ceo di Ryanair, la più grande compagnia aerea europea, ha detto che il suo crescente ottimismo si basa sulla rapidità delle vaccinazioni in Gran Bretagna, che ha già vaccinato con la prima dose oltre la metà della popolazione.

O'Leary ha affermato, in seguito a un aumento delle prenotazioni dal Regno Unito e dalla Germania, che Ryanair ha in programma di operare all'80% della normale capacità estiva a luglio, agosto e settembre.

"Credo sia davvero difficile convincere la popolazione del Regno Unito a restare a casa o passare le vacanze a casa una volta vaccinati tutti", ha detto il Ceo di Ryanair ai giornalisti.

Le compagnie aeree e le aziende del settore viaggi in tutta Europa hanno iniziato a prepararsi a una seconda estate in fumo dopo che politici e scienziati hanno esortato i consumatori a non prenotare voli per timore che possano portarsi dietro nuove varianti, danneggiando il programma di vaccinazione.

La Gran Bretagna vieta al momento qualsiasi viaggio all'estero, se non per motivi di lavoro, studio o salute. Tuttavia, il governo dovrebbe rivedere la misura ad aprile e consentire gli spostamenti a partire dal 17 maggio.

(Tradotto da Redazione Danzica, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, michela.piersimoni@thomsonreuters.com, +48 587696616)