Cittadino cinese all'ospedale di Seriate a gennaio 2020: possibile sospetto Covid

·2 minuto per la lettura
cittadino cinese Seriate
cittadino cinese Seriate

Bergamo è stata la città più colpita dalla prima ondata di coronavirus. Risalgono alla primavera 2020 le immagini dei camion dell’esercito che lasciano la città per dare sepoltura alle vittime del Covid. Eravamo solo agli inizi dell’emergenza sanitaria, ma Bergamo e l’intera provincia taceva affranta dal dolore incolmabile che stava spezzando l’intera comunità, così unita e improvvisamente così fragile. Alle estenuanti difficoltà della pandemia, Bergamo ha reagito con forza e tenacia, tornando a splendere nella sua affasciante bellezza. Fortunatamete, a distanza di un anno e mezzo dall’inizio della pandemia, Bergamo è una delle città lombarde con il minor numero di contagi, ma restano impressi i momenti strazianti vissuti negli scorsi mesi. Intanto proseguono le indagini: una cartella clinica consegnata da ignoti all’avvocato Consuelo Locati accerterebbe la presenza di un cittadino cinese ricoverato con sintomi Covid all’ospedale di Seriate, già a gennaio 2020.

Cittadino cinese ricoverato a Seriate nel gennaio 2020

Potrebbe esserci un altro paziente zero. Un paziente positivo al Covid prima del cittadino di Codogno a lungo etichettato come “paziente zero”. Se venisse accertato e confermato, il primo caso proverrebbe dalla provincia di Bergamo e non dal Basso Lodigiano. Lo dimostrerebbe una cartella clinica che ignoti nei giorni scorsi hanno consegnato all’avvocato Consuelo Locati, rappresentante dei familiari delle vittime del virus.

Stando a quanto reso noto da Fanpage.it, si tratterebbe della cartella clinica di un cittadino cinese che nel gennaio 2020 era stato ricoverato all’ospedale di Seriate con sintomi simili a quelli del Covid-19.

Cittadino cinese ricoverato a Seriate nel gennaio 2020: chi è il paziente

Dal lavoro condotto da Fanpage.it, il paziente cinese residente nella Bergamasca pare sia un uomo di mezza età, ricoverato al Bolognini nel gennaio del 2020. Il cittadino cinese è stato dimesso il 17 febbraio, esattamente 72 ore prima del caso individuato a Codogno e accertato come il primo positivo al Covid.

Tuttavia, dal momento delle sue dimissioni dell’uomo si sono perse le tracce. Al momento quindi, non è chiaro se il cittadino residente della zona sia ancora vivo e dove si trovi.

Cittadino cinese ricoverato a Seriate nel gennaio 2020: le indagini della Procura

Dopo la segnalazione della cartella clinica del cittadino cinese ricoverato con sintomi simili a quelli del Covid-19 già nel gennaio 2020, quando l’emergenza sanitaria sembrava circoscritta al Paese asiatico, la Procura prosegue le indagini.

La cartella clinica in questione è già stata depositata in Procura e le indagini sono state avviate. L’obiettivo è ricostruire lo stato di salute del cittadino e verificare se già a gennaio 2020 fosse positivo al Covid-19.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli