Civitanova, parla la ragazza del video: "Volevo mostrare a mia madre l'orrore"

ambulante civitanova marche Alika Ogorchukwu
ambulante civitanova marche Alika Ogorchukwu

Di origine moldava, la ragazza che ha girato il video dell’omicidio di Civitanova è stata ascoltata dagli inquirenti come persona informata dei fatti: “Volevo mostrare a mia madre l’orrore che stava accadendo davanti ai miei occhi”.

Omicidio Civitanova, parla la ragazza del video: “Ho avuto paura ad intervenire”

Ha 28 anni ed è di origine moldava la ragazza che ha girato il video dellomicidio di Civitanova, dove lo scorso 29 luglio ha perso la vita il nigeriano Alika Ogorchukwu per mano di Filippo Claudio Giuseppe Ferlazzo.

Le telecamere di sorveglianza l’hanno ripresa vicino alla scena dell’omicidio ed è stata ascoltata dagli inquirenti come persona informata dei fatti, nonché testimone: “Volevo far vedere a mia madre l’orrore che stava accadendo davanti ai miei occhi, ho avuto paura“.

L’indifferenza della cittadinanza

Il video è stato inviato a una sua amica e in poco tenpo è diventato virale, ma allo stesso tempo ha fatto scoppiare molte polemiche soprattutto fra i rappresentanti della comunità locale nigeriana che si è chiesta più volte perché la ragazza avresse preferito continuare a filmare anziché soccorrere l’uomo o chiamare aiuto.

Durante la manifestazione in ricordo di Alika avvenuta ieri 30 luglio, i partecipanti hanno accusato l’intera cittadinanza di indifferenza, perché un intervento o una chiamata alle forze dell’ordine avrebbe potuto salvare la vita al 39enne nigeriano.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli