Claudio Bisio: "Sui migranti sto con Baglioni. Come potrebbe essere altrimenti?"

Huffington Post
In queste ore, un grande dibattito sta circondando il Festival di Sanremo dopo

In queste ore, un grande dibattito sta circondando il Festival di Sanremo dopo le dichiarazioni sui migranti del direttore artistico Claudio Baglioni che, durante la conferenza stampa di presentazione, sul tema migranti aveva affermato: "Siamo un po' alla farsa. Non si può risolvere il problema di milioni di persone in movimento bloccando lo sbarco di 15 persone. O dicendo: due li prendi tu e cinque io. Credo che le misure che sono state messe in campo dal governo non siano all'altezza".

Oggi Claudio Bisio, attore e co-conduttore all'Ariston, arriva a dare sostegno Baglioni dalle pagine de La Stampa, dichiarando:

Rispetto a ciò che ha detto in conferenza stampa sul tema dei migranti sono d'accordo con Claudio Baglioni. Come potrebbe essere altrimenti ? Mi è sembrata una dichiarazione assennata e condivisibile.

Secondo chi è vicino al direttore di Rai Uno Teresa De Santis, quest'ultima avrebbe bocciato l'ipotesi di un terzo mandato al cantautore proprio a seguito delle dichiarazioni sul tema migranti. Dinanzi a questa notizia, Bisio ha commentato:

No, non è possibile, mi dica che è una fake news [...] Ma se davvero è così, allora devo rifletterci un attimo. Sinceramente non so che cosa dire, se non ripetere che quello che ha detto Claudio mi sembra condivisibile. Vabbè dai (e sorride di nuovo, ndr) al massimo vorrà dire che a Sanremo di Claudio rimarrò solo io. Attenzione, lo scriva che è una battuta, eh!

Claudio Bisio poi parla dei contenuti e dell'impegno civile che il prossimo Festival potrebbe rivelare.

Vi anticipo però che il mio autore, così come avvenne quando feci l'ospite nel 2013 e il presentatore/direttore artistico era Fabio Fazio, sarà ancora Michele Serra e tutti sanno che lui se c'è da parlare di attualità non si tira indietro.

Infine il co-conduttore, che salirà sul palco dell'Ariston insieme a Baglioni e Virginia Raffaele, afferma:

Si può fare intrattenimento, senza essere stupidi o ignorando la realtà.

Continua a leggere su HuffPost