Claudio Caniggia, la moglie Mariana Nannis: “È un drogato”

Claudio Caniggia

Claudio Caniggia, calciatore di fama internazionale, è al centro di quella che sembra una bega matrimoniale destinata a non spegnersi velocemente. Caniggia è infatti sposato da oltre trent’anni ma è attualmente separato e intenzionato a chiedere il divorzio perché sua moglie ha perso i contatti con la realtà ed è diventata completamente ingestibile. La moglie Mariana Nannis, dal canto suo, racconta una storia completamente differente.

VIDEO - Droga in valigia, la proprietaria sviene

Claudio Caniggia: una vita dopo Mariana

Si sono sposati ben trentun’anni fa e il loro matrimonio è stato sano e longevo fino a che Mariana Nannis ha cominciato ad “andare fuori di testa”, come ha recentemente affermato suo marito.

Dalle parole che il calciatore ha utilizzato per definire sua moglie e il rapporto che negli anni si è creato tra i due, si intuisce che l’uomo è piuttosto frustrato dalla situazione che si è creata.

Fate una perizia psichiatrica urgente a Mariana, perché non è più sana nei suoi giudizi. Più che per me, lo farei per i miei figli e per tutte le persone che oggi sono vittime di una questione di insanità mentale. Non è quello che vorrei fare, ma è un mio obbligo. Mariana è fuori di testa e questo non è una cosa di oggi o di ieri, ed è per questo che siamo arrivati a questa situazione già da anni.

Le considerazioni di Claudio Caniggia in merito alle pessime condizioni mentali di sua moglie arrivano a seguito delle accuse di lei, la quale è sicura che il marito (che sarà marito ancora per poco, probabilmente) abbia attualmente una relazione con una prostituta e che, a causa della pessima influenza della nuova compagna, abbia ricominciato a drogarsi.

VIDEO - Narcos braccati gettano cocaina in mare

Lo spettro della droga torna su Claudio Caniggia

Claudio Caniggia attraversò il momento più alto della propria carriera nello stesso periodo in cui il suo connazionale Diego Armando Maradona dominava lo scenario del calcio mondiale. I due, legati da una reciproca stima e da un’amicizia che andava al di là della semplice conoscenza, hanno avuto gli stessi problemi di droga. Purtroppo, nel pieno degli anni Novanta l’utilizzo di sostanze stupefacenti, soprattutto di cocaina, era diffusissimo nel mondo del calcio e né Maradona né Caniggia rimasero puliti.

Nel 1993 Caniggia fu trovato positivo alla cocaina in un test antidoping eseguito dopo una partita che lo vide in campo contro il Napoli e dovette subire una squalifica di ben tredici mesi che gli fece saltare completamente la stagione successiva.

Dati questi presupposti le gravissime affermazioni di Mariana Nannis acquisiscono una nuova credibilità:

Mio marito adesso sta con una prostituta. Lei è una tossica che lo tiene drogato tutto il giorno. Finiranno in carcere. Non siamo separati e ora lei lo fa drogare tutto il giorno. Andrò dagli avvocati. Sto con mio marito da 33 anni, figuratevi se mi possono chiudere la bocca con qualche artificio legale, soprattutto pensando alle cose che so di mio marito.

Un divorzio ormai alle porte

Non si sa per quale motivo, nonostante i problemi che la coppia sta affrontando da anni, Claudio Caniggia e Mariana Nannis non abbiano mai voluto divorziare ufficialmente. E’ chiaro però che ormai la corda sia troppo tesa e forse, per il bene di quei figli che entrambi hanno dichiarato di voler proteggere a tutti i costi, è bene che si proceda al divorzio.

Nel frattempo le accuse della Nannis cadranno o saranno dimostrate?