Clienti di un bar a Cagliari lasciano i soldi dei caffè non presi

fase-2-bar-cagliari

Arriva da Cagliari un episodio di spontanea generosità che ha per protagoniste le titolari di un bar messo a dura prova, come molti altri in Italia, dalle restrizioni anti coronavirus. Intervistate dalla trasmissione televisiva Pomeriggio 5, le bariste Jessica e Cinzia hanno infatti raccontato come al momento della riapertura del loro esercizio due clienti abbiano consegnato i soldi dei caffè e delle colazioni arretrate che non avevano potuto consumare a causa della quarantena.

Fase 2, parlano le titolari di un bar a Cagliari

A raccontare la storia delle due generose clienti è stata Jessica, che rispondendo alle domande di Barbara D’Urso ha spiegato: “Il primo giorno che ho aperto dopo la chiusura ho tirato su la serranda con uno stato d’animo facilmente immaginabile. Mentre mi apprestavo all’apertura la mia prima cliente mi poggia questa bustina vicino alla cassa , scappa e dice ‘Questa è per te e per Cinzia’. Io non ho capito bene cosa potesse essere, mi avvicino alla casa e trovo questa foglio con dentro 70 euro, praticamente un euro di caffè per i 70 giorni in cui io sono rimasta chiusa”.

LEGGI ANCHE: Fase 2, barista multato a Napoli per non aver allontanato i clienti

Successivamente, la barista ha raccontato anche il gesto della seconda donna, una cliente abituale che ha voluto ricambiare le piacevoli mattinate trascorse nel bar delle due ragazze: “Sempre lo stesso giorno un paio d’ore dopo un’altra nostra cliente che viene tutti i giorni qui ha fatto colazione e al momento di pagare ha lasciato una busta con 50 euro dentro per i cappuccini arretrati. Le titolari del bar hanno infine spiegato che senza l’affetto dei clienti non ce l’avrebbero mai fatta a riaprire l’attività dopo la quarantena.