I clienti italiani di Škoda scelgono la connettività

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·2 minuto per la lettura

Un tempo le automobili Škoda venivano scelte principalmente per la praticità, la disponibilità di spazio a bordo e l'affidabilità. Oggi a questi asset - che sono rimasti invariati con l'evolversi della gamma - si è aggiunta la dotazione tecnologica. La gamma della Casa boema si è profondamente rinnovata negli ultimi cinque anni e oggi offre ai propri clienti una suite di tecnologie di connettività tra le più complete sul mercato. L'analisi delle immatricolazioni Škoda in Italia nel 2020 evidenzia una marcata tendenza alla digitalizzazione guidata dalla filosofia del brand che offre sempre dotazioni complete, indipendentemente dalla motorizzazione prescelta.

Ad esempio, il 100% di coloro che hanno scelto una Škoda nel 2020 hanno ottenuto i protocolli di interfaccia smartphone CarPlay e Android Auto. Nei segmenti inferiori quasi il 50% dei clienti del SUV compatto Kamiq ha scelto i servizi avanzati del nuovo sistema di navigazione connesso al web, mentre in quelli superiori la percentuale sale all'89% per Karoq e arriva al 100% delle Octavia di quarta generazione e Superb immatricolate nel nostro Paese. Semplicità di utilizzo, sicurezza e praticità sono i vantaggi del nuovo sistema di infotainment MIB3 che contribuisce attivamente anche alla sicurezza attiva. Per Škoda l'interfaccia del device al veicolo non è solo un modo per portare a bordo il proprio mondo ed i propri contatti, ma anche un contributo concreto alla sicurezza di marcia. Che si sfrutti il cavetto, il bluetooth o la più recente tecnologia wireless, connettere il proprio telefono al veicolo, usare il vivavoce, interagire con la rubrica o con le app tramite i grandi schermi in plancia riduce al minimo le distrazioni e mette il conducente nella situazione migliore per gestire eventuali imprevisti. Ancora più importante è il salto tecnologico compiuto dai sistemi di navigazione e dall'impalcatura digitale del veicolo stesso.

Caratteristica principale dei nuovi sistemi di infotainment di terza generazione basati sulla piattaforma modulare MIB3 è la connettività al web che avviene in modo costante e automatico tramite una eSIM LTE nativa. Ciò permette numerosi vantaggi per il cliente, tra cui il download over-the-air delle mappe di navigazione, il monitoraggio del traffico in tempo reale e l'aggiornamento del sistema operativo stesso che quindi può evolvere negli anni restando al passo con la tecnologia e può essere ampliato attraverso app, disponibili in uno specifico 'Store' accessibile dal menu di bordo. Infine i servizi Care Connect e accesso remoto, che includono anche il service proattivo tramite cui - previa autorizzazione del cliente - la concessionaria può conoscere in tempo reale lo stato del veicolo e proporre quindi interventi di manutenzione in anticipo sulla scadenza, hanno trovato il consenso di quasi il 50% dei clienti Kamiq mentre sono standard per Octavia, Kodiaq e Superb.