Clima, al via a Madrid la COP25: presenti 196 Paesi

Coa/Ihr

Roma, 2 dic. (askanews) - Le delegazioni di 196 Paesi firmatari dell'accordo di Parigi del 2015 si riuniscono oggi e per 12 giorni alla COP 25 di Madrid, la conferenza sul clima dell'Onu, organizzata all'ultimo minuto nella capitale spagnola, dopo il ritiro di Brasile e Cile. Nell'imemdiata vigilia dei lavori, il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio guterres ha avvertito che "il punto di non ritorno" è ormai vicino.

Dopo il ritiro del Brasile, che vi aveva rinunciato nel novembre 2018, in seguito all'elezione del presidente di estrema destra Jair Bolsonaro, il Cile si era offerto volontario per ospitare la COP 25 nel 2019. Ma lo scorso 30 ottobre, il presidente cileno ha finito per annunciare che il suo Paese, alle prese con una protesta sociale che non si indebolisce, ha rinunciato a ospitare la Conferenza delle Nazioni Unite sul clima.

Il giorno successivo, la Spagna si è offerta di ospitare la conferenza sui cambiamenti climatici, nelle stesse date previste inizialmente in Cile. Data l'urgenza del calendario, la proposta è stata accettata due giorni dopo dalle Nazioni Unite.(Segue)