Clima: appello Nobel Mayor, '5.000 esopianeti ma non rendiamo inabitabile Terra'/Adnkronos

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 8 sett. (Adnkronos) – E' una frase secca e accorata, un appello senza esitazioni quello lanciato oggi a Roma dall'astrofisico svizzero e Nobel per la Fisica 2019 Michel Mayor: "Un conto è la fantascienza ma non è possibile pensare ad un altro pianeta" dove vivere "se la Terra diventa inabitabile" quindi la "conclusione è preservare il più possibile la nostra Terra e non renderla inabitabile". Mayor si é rivolto ad un pubblico attento nel corso di un evento promosso dall'Inaf e sul tema torna anche dall'Aula Magna della Sapienza durante la sua Lectio Magistralis e una tavola rotonda tutta incentrata sulla ricerca di esopianeti e di vita extraterrestre.

La due giorni di Mayor a Roma, organizzata e promossa dal team italiano di Net-Notte Europea dei Ricercatori con il supporto anche di Inaf e Sapienza, sta già sollevando molta attenzione perché il faro del Premio Nobel si accende sugli esopianeti, la scoperta del cosmo oltre il nostro Sistema solare ma anche sulla sfida globale ai cambiamenti climatici. Mayor é stato insignito del Nobel per la fisica per avere annunciato nel 1995 con il collega Didier Queloz la prima scoperta di un esopianeta in orbita attorno a una stella di tipo solare: il pianeta 51 Pegasi b, un oggetto gassoso paragonabile a Giove.

La scoperta ha dato il via ad una rivoluzione ancora in corso: la caccia agli esopianeti e nella Via Lattea ne sono stati scoperti oltre 5,000 ma questo non sembra davvero esimerci dal tutelare la Terra dove viviamo. "Oggi sono stati rilevati e caratterizzati più di 5.000 pianeti extrasolari e queste scoperte ci hanno rivelato la sorprendente diversità dei sistemi planetari: molti pianeti simili alla nostra Terra, sì, ma anche pianeti con periodi orbitali di poche ore, pianeti oceanici o pianeti come fornaci di lava" ha chiarito Mayor nel suo intervento all'evento all'Inaf.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli