Clima: Bonomi, 'approccio Ue preoccupa, serve governance mondiale'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 27 set. (Adnkronos) – “Noi siamo sempre stati europeisti”, ma “oggi siamo molto preoccupati per quello che sta facendo la Commissione europea in ambito di transizione energetica e concorrenza”, che ha un approccio “troppo ideologico”. Lo ha detto il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi, nel suo intervento all'assemblea dell'Unione degli industriali della Provincia di Varese. "Abbiamo la necessità di capire se esiste una governance mondiale sulla transizione energetica o se ognuno va per la sua strada”.

L’Europa, ha continuato, si è data “degli obiettivi ambiziosi, ma rappresenta solo l’8% delle emissioni di gas climalteranti”, mentre la Cina, “che rappresenta un terzo delle emissioni, andrà avanti almeno fino al 2035 con il carbon fossile. Non impattano nulla i nostri target se tutto il mondo non viene nella stessa nostra direzione. Dobbiamo darci obiettivi credibili e governance mondiale, ma bisogna dire anche qual è il costo economico e sociale".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli