Clima, Copernicus: 2019 il secondo anno più caldo di sempre

Cro-Mpd

Roma, 8 gen. (askanews) - I dati di Copernicus Climate Change Service (C3S) svelano che il 2019 è stato il quinto di una serie di anni eccezionalmente caldi e il secondo anno più caldo mai registrato a livello globale. Contemporaneamente, per l'Europa è stato l'anno più caldo mai registrato. Inoltre, in collaborazione con Copernicus Atmosphere Monitoring Service (CAMS), C3S rivela che i livelli di concentrazioni di CO2 nell'atmosfera hanno continuato ad aumentare. I dati da loro comunicati forniscono il primo quadro completo e globale delle temperature del 2019 e dei livelli di concentrazioni di CO2.

I risultati sono in linea con le precedenti proiezioni dell'Organizzazione Metereologica Mondiale (OMM) e di Global Carbon Project (GCP) per il 2019. Infatti, OMM ha stimato che il 2019 sarebbe stato probabilmente il secondo o terzo anno più caldo registrato e sia OMM sia GCP hanno mostrato che le concentrazioni atmosferiche di CO2 sono in continuo aumento.

I dati mostrano inoltre che: Gli ultimi cinque anni sono stati i più caldi mai registrati, il 2019 è il secondo anno più caldo di sempre e il periodo dal 2010-2019 ha registrato temperature da record. Il 2019 ha registrato temperature superiori alla media del periodo 1981-2010 di 0,6 gradi centigradi. La temperatura media degli ultimi 5 anni è stata maggiore di 1,1 e 1,2 gradi centigradi rispetto al livello preindustriale. L'Europa ha vissuto il suo anno solare più caldo, di poco superiore al 2014, 2015 e 2018.(Segue)