Clima di paura durante la finale di euro 2020: tifosi inglesi oltraggiano il tricolore

·2 minuto per la lettura
euro 2020 sputo bandiera
euro 2020 sputo bandiera

Il clima di questa finalissima di euro 2020 non si è aperto sotto i buoni auspici. A poche ore dalla grande sfida alcuni tifosi inglesi in condizioni visibilmente alterate hanno sputato e arrecato oltraggio al tricolore. Il tutto grottescamente accompagnato da salti, calpestii e urla. Non certamente un comportamento segnato dal fairplay quello di parte della tifoseria di casa che ha dimostrato in questo modo un chiaro poco rispetto verso la tifoseria italiana. Sempre nelle ore che hanno preceduto la partita, nei pressi del Wembley Stadium si sono scatenati una serie di scontri. Nel frattempo le strade si stanno gradualmente riempiendo di sporcizia, bicchieri e rifiuti.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Euro 2020 sputo bandiera, il racconto choc di una donna danese

Stando a quanto riportano alcuni media non si tratterebbe di un caso isolato. Una donna danese residente nella capitale inglese da circa 15 anni ha denunciato una situazione simile durante la semifinale contro la danimarca. La donna infatti in quell’occasione aveva messo in guardia gli italiani dicendosi preoccupata per quello che sarebbe potuto accadere. “Mentre tornavamo indietro a piedi a fine partita, gli inglesi hanno iniziato a insultarci”, ha raccontato. “Ci dicevano di tornare a casa nostra e hanno cercato di strapparmi di mano la bandiera della Danimarca. Siccome ho resistito al tentativo, hanno iniziato a tirarmi anche i capelli. Non mi sembrava vero che stesse accadendo: è stato terrificante”, le parole di Jeannette Jorgensen.

Euro 2020 sputo bandiera, “I miei figli erano terrorizzati dagli inglesi”

A raccontare un episodio analogo anche Sigrun Matthiesen Campbell che al sito Danese DR ha parlato di come anche i suoi figli fossero terrorizzati per la situazione che si era venuta a creare i quella occasione: “I miei figli, di 14 e 11 anni, non hanno osato mostrare le loro magliette e cappellini della Danimarca perché erano terrorizzati dagli inglesi. All’ingresso allo stadio ci hanno sputato addosso e ci hanno insultati”.

Euro 2020 sputo bandiera, lanci di bottiglie e lattine a Leicester Square

Nel frattempo anche la piazza di Leicester Square è diventata scenario di scontri con tanto di lancio di bottiglie e lattine. Nelle immagini diffuse sul web si osserva chiaramente come le strade siano diventate stracolme di rifiuti gettati per terra.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli