Clima, Guterres: stiamo perdendo, governi ascoltino società civile -3-

Coa

Roma, 23 set. (askanews) - Quanto alle emissioni, "sono ancora in aumento, per questo dobbiamo invertire la rotta", seocndo il leader dell'Onu. "Ho sempre più la sensazione che i Paesi comprendano che non possono aspettare i loro vicini. Devono agire da soli, perché il rischio è globale, non riguarda un Paese o l'altro. Nessuno può sfuggire".

Eppure, sostiene ancora Guterres, l'accordo di Parigi sul clima non può dirsi fallito. "No", comemnta. "Perché oggi sempre più paesi stanno adottando misure per invertire la rotta. Basta guardare agli sviluppi nell'Unione Europea, dove solo tre paesi membri si sono opposti alla strategia mirata alla neutralità climatica entro il 2050. E credo che anche questo ostacolo sarà superato". "Persino i piccoli paesi in via di sviluppo stanno attuando iniziative per ridurre le emissioni, anche se il loro contributo è ridicolo si sente che spira un vento nuovo, di speranza. Penso quindi che stiamo arrivando in vetta e presto inizieremo la discesa", conclude.