##Clima, IPCC dà ragione a Greta: agire subito per salvare oceani -3-

Mos

Roma, 25 set. (askanews) - "Il mare aperto, l'Artico, l'Antartide e le alte montagne possono sembrare lontane dalla gran parte delle persone. Ma noi dipendiamo da loro e siamo influenzati da loro direttamente e indirettamente in molti modi: dal tempo atmosferico al clima, dal cibo all'acqua, per l'energia, il commercio, il trasporto, il divertimento e il turismo, per la salute e il benessere, per la cultura e l'identità", ha affermato Lee Hoesung, presidente dell'IPCC. "Se riduciamo seccamente le emissioni, le conseguenze per le persone e per la loro qualità della vita saranno sfidanti, ma potenzialmente più gestibili per quelli che sono più vulnerabili. Accresceremo la nostro abilità di costruire resilienza e ci saranno più benefici per uno sviluppo sostenibile".

Più di 100 autori di 36 paesi hanno valutato l'ultima letteratura scientifica in relazione all'oceano e alla criosfera, mettendo in bibliografia qualcosa come 7mila pubblicazioni scientifiche. Si tratta di un lavoro enorme, che sarà la fonte principale dei lavori che verranno messi in campo dai leader mondiali a dicembre alla COP25, la conferenza Onu sul clima che si terrà a dicembre in Cile. (Segue)