Clima, Italia spinge per rispetto impegni, obiettivi più audaci - Draghi

·1 minuto per la lettura
Il presidente del Consiglio Mario Draghi a Roma

MILANO (Reuters) - L'Italia, nel suo ruolo di presidenza del G20 e co-presidenza della Cop26, spinge per il rispetto degli impegni sul clima e esorta a essere pronti a obiettivi più audaci, ha detto Mario Draghi.

Il presidente del Consiglio è intervenuto alla conferenza "Youth4Climate" a Milano.

"Se vogliamo avere successo, tutti i Paesi devono fare la loro parte, a partire da quelli del G20", ha detto il premier, ricordando che i Paesi del G20 generano oltre l'80% del Pil a livello mondiale e oltre il 75% delle emissioni.

"Questa generazione, la vostra generazione, è la più minacciata dai cambiamenti climatici", ha detto riferendosi ai giovani il premier, che stamani ha incontrato Greta Thunberg.

"La transizione ecologica non è una scelta – è una necessità. Abbiamo solo due possibilità. O affrontiamo adesso i costi di questa transizione. O agiamo dopo – il che vorrebbe dire pagare il prezzo molto più alto di un disastro climatico".

Draghi ha detto che occorre rispettare l'impegno di donare 100 miliardi di dollari per sostenere i paesi in via di sviluppo e in sede G20 ha richiamato l'importanza di rispettare l'obiettivo di contenere la temperatura sotto 1,5 gradi.

"L'attuale andamento ci dice che non stiamo riuscendo a mantenere la nostra promessa di contenere il riscaldamento globale entro 1,5 gradi", ha aggiunto.

(Stephen Jewkes, in redazione Stefano Bernabei, Sabina Suzzi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli