Clima, Kerry: Cop26 a Glasgow ultima chance per il mondo

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 28 gen. (askanews) - Il prossimo vertice delle Nazioni Unite sul clima, previsto nel Regno Unito a novembre, rappresenta "l'ultima grande chance" di evitare le peggiori conseguenze ambientali per il mondo. E' quanto spiegato dall'inviato Usa per il Clima, John Kerry, alla Bbc.

Kerry ha sottolineato che sulla questione climatica si sono persi anni sotto il presidente Donald Trump, "che non credeva a niente di tutto ciò".

Decine di leader mondiali parteciperanno alla conferenza COP26 che si aprirà lunedì 1 novembre a Glasgow, in Scozia. E il nuovo presidente Usa Joe Biden - che ha riportato il suo Paese dentro l'Accordo di Parigi, ha affermato che l'America dovrà guidare la risposta alla crisi.

"Glasgow sarà estremamente importante", ha commentato Kerry. "In effetti, direi che, a mio giudizio, è l'ultima, migliore, possibilità che il mondo ha a disposizione per riunirsi e fare le cose che deve fare per evitare le peggiori conseguenze della crisi climatica".

"Tre anni fa", ha insistito Kerry, "ci è stato detto che avevamo 12 anni per evitare quelle conseguenze". "Tre di quegli anni sono andati persi perché avevamo Donald Trump, che non credeva in nulla di tutto ciò. E ora abbiamo nove anni per provare a fare quello che la scienza ci dice che dobbiamo fare", ha aggiunto l'inviato Usa.