Clima, Mazzetti (Fi): decreto aspetta e spera

Pol-Afe

Roma, 8 ott. (askanews) - "Siamo davanti alla terza versione del Decreto Clima dopo tutta una serie di 'stop and go' dovuti ad un Governo ed una maggioranza giallorossa da sempre litigiosa che non sa rispondere alle reali esigenze ed alle richieste del nostro Paese. Questa terza bozza porta in 'regalo', purtroppo, alcune novità negative tra cui: la rottamazione dei veicoli che non riguarderà più i modelli Euro4 ma arriverà soltanto fino agli Euro 3, la riduzione progressiva dei sussidi ambientali dannosi che sarà rinviata, per scelta politica nella manovra, così come scompare nell'ultima bozza ogni riferimento all'economia circolare e all'End of Waste, per essere tutto rinviato al prossimo decreto sviluppo". Così, in una nota, la deputata di Forza Italia e componente della commissione Ambiente, Erica Mazzetti.

"Vedendo quindi i risultati - aggiunge - questo decreto appare come l'ennesimo libro dei sogni di questo esecutivo, con fondi spot annunciati per tanti ambiti, ma con tutte le scelte cardine per clima, ambiente e rifiuti rinviate nel tempo e senza reali certezze. Pare di capire che questo governo abbia realizzato alla fine soltanto un decreto della serie 'aspetta e spera'. Purtroppo, mi duole constatare che ancora una volta, come già sottolineato nella seconda bozza, non si risponde a nessuna delle sollecitazioni da me evidenziate sul settore della economia circolare. Più volte da eletta del territorio pratese, avevo chiesto soluzioni. Pare evidente che questo Governo risulta allergico ai rifiuti. Forse sono troppe le pressioni ambientaliste in maggioranza?".