Clima, ministero ambiente: più tempo per la consultazione pubblica

Red/Gtu

Roma, 31 ott. (askanews) - Clima, emissioni di gas ed effetto serra: un tema cruciale e il ministero dell'Ambiente ha prorogato la scadenza della consultazione pubblica sulla "Strategia di lungo termine".

Considerata l'importanza del coinvolgimento di tutti, dai cittadini, alle imprese, dalle associazioni di lavoratori, di categoria, non profit, ai professionisti del settore, agli istituti finanziari, nella "grande sfida globale della decarbonizzazione", sarà possibile partecipare al processo di consultazione sulla Strategia di lungo termine fino al 18 novembre 2019.

E' attiva, infatti, sul sito del ministero dell'Ambiente la consultazione pubblica sulla "Strategia di sviluppo a basse emissioni di gas a effetto serra", detta anche "Strategia di lungo termine" (con orizzonte temporale al 2050), che l'Italia deve predisporre e inviare alla Commissione europea entro il 1° gennaio 2020, come previsto dall'accordo di Parigi e dalle normative europee.

Il ministro dell'Ambiente Sergio Costa ha sottolineato l'importanza di questo processo partecipativo e del coinvolgimento dei cittadini nella "grande sfida globale della decarbonizzazione".

Il ministero dell'Ambiente, in coordinamento con i ministeri dello Sviluppo economico, delle Politiche agricole e delle Infrastrutture, ha infatti avviato i lavori per la predisposizione della Strategia, e sono in corso approfondimenti tecnici sulle opportunità e le sfide che derivano dalla transizione verso un'economia a basse emissioni.

La consultazione pubblica dà la possibilità a tutti di formulare osservazioni e proposte. Per farlo, è necessario compilare i questionari che sono sul sito del ministero dell'ambiente e trasmetterli all'apposita mail dedicata.