Clima, presidente isole Marshall: noi in lotta contro morte

Mos

Roma, 2 dic. (askanews) - La presidente delle isole Marshall Hilda Heine ha lamentato oggi il fatto che il suo paese è in lotta per la sopravvivenza rispetto al cambiamento climatico, dopo che la scorsa settimanala capitale Majuro è stata invasa dalle acque.

Leader politici, diplomatici ed esperti si sono riuniti a Madrid perla conferenza Onu sul clima COP25, che in un primo momento era prevista in Cile, dove è stata cancellata per i disordini politici che si sono sviluppati nel paese latino-americano.

"L'acqua copre la gran parte della nostra terra in uno o più momenti dell'anno, mentre noi combattiamo le maree. Mentre parliamo, centinaia di persone sono state evacuate dalle loro case dopo le onde hanno inondato la nostra capitale Majuro, ha detto Heine, secondo la BBC.

"E' una lotta contro la morte per chiunque non sia preparata a scappare. Noi come nazione rifiutiamo di scapare. Ma anche rifiutiamo di morire", ha detto ancora la presidente della Marshall.

Lois Young, la diplomatica che rappresenta l'Alleanza dei piccoli stati insulari (AOSIS), ha attaccato i principali paesi inquinatori del mondo. "Siamo arrabbiati dall'azione non adeguata da parte di paesi sviluppati e oltraggiati dal ritiro di uno dei principali colpevoli dell'inquinamento dall'accordo di Parigi", ha affermato facendo riferimento agli Stati uniti.