Clima, record di gas serra nel 2018

I livelli di gas serra hanno raggiunto un nuovo record. A confermarlo il bollettino dell'Organizzazione meteorologica mondiale (Omm) che ha parlato di risvolti "sempre più gravi" con "temperature in aumento, condizioni meteo più estreme, stress idrico, innalzamento del livello del mare e perturbazione degli ecosistemi marini e terrestri".

GUARDA ANCHE: Gas Serra, l’Italia migliora

Livelli così alti, solo 3 milioni di anni fa

Non solo questa tendenza non accenna a diminuire, ma non dà nessun segnale di rallentamento, nonostante gli impegni presi durante l'accordo di Parigi sui cambiamenti climatici: "Dobbiamo tradurre gli impegni in azioni e aumentare il livello di ambizione per il bene futuro dell'umanità - ha dichiarato il segretario generale dell'Omm, Petteri Taalas - Vale la pena ricordare che l'ultima volta che la Terra ha sperimentato una concentrazione comparabile di CO2 è stata 3-5 milioni di anni fa. Allora, la temperatura era più calda di 2-3 gradi e il livello del mare era di 10-20 metri più alto di adesso".

SFOGLIA ANCHE: Celebrità e crisi climatica: i 10 vip che inquinano di più

LEGGI ANCHE: Il maltempo non dà tregua: il Ticino esonda a Pavia

CO2 in costante aumento

I dati hanno mostrato come le concentrazioni medie globali di anidride carbonica siano in costante aumento (407,8 parti per milione nel 2018, rispetto a 405,5 parti per milione nel 2017) e a innalzarsi drasticamente nell'ultimo decennio sono stati anche metano e protossido di azoto. Dal 1990, c'è stato un aumento del 43% della forzatura radiativa totale - l'effetto del riscaldamento sul clima - da parte dei gas serra di lunga durata e la CO2 ne ha contribuito per circa l'80%, secondo i dati dell'Amministrazione nazionale oceanica e atmosferica degli Stati Uniti.

LEGGI ANCHE: Perché Greta Thunberg ha dovuto lasciare la scuola per dedicarsi all'ambiente

GUARDA ANCHE: Smartphone nuovo? 4milioni di tonnellate di CO2

Come limitare le emissioni nel quotidiano

Nel nostro piccolo, attraverso banali attività quotidiane, possiamo contribuire a limitare le emissioni: a partire dalla spesa con la scelta di prodotti locali di stagione, con la riduzione degli imballaggi utilizzando anche buste portate da casa, nel fare sempre la raccolta differenziata e limitare l'utilizzo della plastica, anche a tavola. Come ha suggerito la Coldiretti, con semplici accorgimenti nel consumo degli alimenti ogni famiglia italiana può tagliare i consumi di petrolio e ridurre le emissioni di gas a effetto serra di oltre mille chilogrammi all'anno.

LEGGI ANCHE: La tassa sulla plastica servirà a inquinare meno?