Clima, Sala: apriamo le porte del Palazzo a Greta e ai suoi

Asa

Milano, 27 set. (askanews) - "Dobbiamo invitare una loro delegazione ad ascoltare ciò che noi pensiamo di fare per la città. In una fase due, invitiamo loro in consiglio comunale e siamo noi - i politici - ad ascoltare i giovani di Fff. Ne ho già parlato con il presidente del consiglio comunale, che s'è detto favorevole". Lo ha detto il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, in un'intervista pubblicata da La Repubblica, a proposito del dialogo con i giovani di Friday for future "da qui a Natale".

"Il Comune deve dare il buon esempio. Servono azioni vere. Avremo tutti i bus elettrici, ne stiamo comprando 150. Entro il 2021 a tutti gli edifici di edilizia popolare del Comune e a tutti i nostri uffici sarà tolto il riscaldamento a gasolio. E andremo avanti con la piantumazione, 3 milioni di alberi sono possibili entro 2030" ha aggiunto precisando di essere consapevole del fatto che "se non ce la faremo, darò armi all'opposizione. Però forzo gli uffici e me stesso, possiamo farcela, e sulle battaglie ecologiste, contro la plastica, stiamo coinvolgendo sempre più cittadini, ci crediamo".

Quanto all'attivista svedese Greta Thunberg, leader del movimento ambientalista, Sala ha osservato che "certamente non tutto quello che dice è condivisibile, ma è certo che abbia svegliato la politica, che stava obiettivamente dormendo. Ripeto, merito di una ragazza che ancora va a scuola".