Clima: studio, nel 2019 oceani più caldi di sempre

webinfo@adnkronos.com

Gli oceani del mondo hanno raggiunto la temperatura più alta mai registrata nel 2019, e la velocità con cui si stanno riscaldando sta accelerando. La temperatura oceanica dell'anno scorso era di circa 0,075 gradi Celsius superiore alla media del 1981-2010, secondo uno studio pubblicato sulla rivista cinese Advances in Atmospher Sciences.  

Gli scienziati hanno calcolato che, per raggiungere questa temperatura, l'oceano avrebbe assorbito 228 triliardi di joule. In pratica la quantità di calore immessa in questi ecosistemi negli ultimi 25 anni equivarrebbe a 3,6 miliardi di esplosioni di bombe di Hiroshima. 

"Questo riscaldamento dell'oceano è inconfutabile ed è un'ulteriore prova del riscaldamento globale - afferma Cheng Lijing, autore principale del documento e professore associato presso l'Istituto di fisica atmosferica dell'Accademia cinese delle scienze - Non ci sono alternative ragionevoli per spiegare questo riscaldamento a parte le emissioni umane di gas che intrappolano il calore".  

"È fondamentale capire quanto velocemente stanno cambiando le cose - ha dichiarato John Abraham, coautore e professore di ingegneria meccanica alla University of St. Thomas negli Stati Uniti - E questa è solo la punta dell'iceberg per quello che verrà".  

Secondo gli scienziati, il riscaldamento degli oceani può causare ondate di calore marine, che possono portare a grandi perdite di vita marina e alla creazione di uragani.  

Per i ricercatori, le persone possono lavorare per invertire i loro effetti sul clima, ma l'oceano impiegherà più tempo a rispondere rispetto agli ambienti atmosferici e terrestri.