Clima, Unicef torna nelle piazze con la mobilitazione 'Cambiamo Aria'

·1 minuto per la lettura

(Adnkronos) - L’Unicef Italia torna con una speciale mobilitazione nei mesi di aprile e maggio per promuovere l’attenzione sul cambiamento climatico e l’impatto che ha sui diritti dei bambini e degli adolescenti. Attualmente, nel mondo - ricorda Unicef Italia - 1 miliardo di bambini è a rischio 'estremamente elevato' per gli impatti della crisi climatica.

Nell’ambito della campagna 'Cambiamo Aria - uniti per un mondo sostenibile', l’Unicef ritorna in tante piazze in Italia con attività e iniziative a sostegno dell’impegno dei giovani sul cambiamento climatico. Saranno due i momenti che vedranno maggiore partecipazione: il 22 aprile, Giornata mondiale della Terra, e il 27 maggio, anniversario della ratifica da parte dell’Italia della Convenzione sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza.

“La crisi climatica è una crisi dei diritti dei bambini ed in ogni parte del pianeta rappresenta una minaccia per la loro salute fisica e mentale, mettendone a rischio la sopravvivenza e lo sviluppo. Le bambine e i bambini non sono al sicuro, se non invertiamo subito la rotta, a cominciare da piccoli gesti e scelte quotidiane - ha dichiarato Carmela Pace, presidente dell’Unicef Italia - Ringraziamo tutti i volontari dei Comitati locali Unicef e delle realtà associative che ci sosterranno. Grazie al loro impegno sensibilizzeremo tante persone sul cambiamento climatico".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli