Clima, Usa confermano ritiro accordo Parigi, il mondo si rammarica

Bea

Roma, 5 nov. (askanews) - L'amministrazione Trump ha presentato all'Onu la notifica formale per il ritiro degli Stati Uniti dall'accordo di Parigi, avviando un processo burocratico della durata di un anno che porterà il Paese fuori dall'intesa globale sulla lotta al cambiamento climatico il giorno dopo le prossime elezioni presidenziali. L'iniziativa, per quanto attesa (Trump l'aveva annunciata già nel 2017), ha provocato espressioni di rammarico e preoccupazione da parte di numerosi paesi.

Se secondo Washington l'accordo pone "un iniquo onere economico" sugli americani, gli altri 187 paesi firmatari non sono dello stesso avviso. L'intesa sottoscritta nel 2015 impegna a limitare l'aumento delle temperature sotto i due gradi rispetto ai livelli pre-industriali e a tentare di ridurre ulteriomente il riscaldamento a 1,5 gradi. Il presidente Donald Trump ha deciso di procedere con il ritiro dall'accordo nonostante le crescenti evidenze dell'impatto del cambiamento climatico, dopo un settembre che è stato il quarto mese di fila con temperature record.(Segue)