Clima, Xi e Macron: "Trattato di Parigi è irreversibile"

webinfo@adnkronos.com

Il Trattato di Parigi sul clima è ''irreversibile''. Lo hanno dichiarato il presidente cinese Xi Jinping e l'omologo francese Emmanuel Macron a Pechino, dopo il ritiro formale degli Stati Uniti dall'accordo. In un comunicato congiunto al termine dei colloqui, i due leader hanno ribadito il ''loro deciso sostegno all'accordo di Parigi, che considerano un processo irreversibile e una bussola per un'azione forte sul clima''. 

Xi e Macron hanno quindi chiesto ai Paesi sviluppati di investire 100 miliardi di dollari entro il 2050 per contrastare i cambiamenti climatici, dicendosi ''determinati a mettere in atto sforzi senza precedenti per garantire il futuro delle nuove generazioni''. 

Dicendo di ''impegnarsi seriamente per intensificare gli sforzi e la cooperazione internazionali sui cambiamenti climatici'', Xi e Macron hanno anche sollecitato una ''accelerazione della transizione verso lo sviluppo verde''. 

Nel suo intervento Macron non ha citato esplicitamente gli Stati Uniti, ma ha detto di ''non approvare'' la decisione di ''alcuni altri'' Paesi di ritirarsi dal Tratto di Parigi sul clima. ''La voglio considerare una scelta isolata - ha aggiunto - Perché quando la Cina, la Ue, la Russia, che hanno ratificato gli Accordi di Parigi qualche settimana fa, sono impegnati seriamente, la scelta isolata di uno o dell'altro non è sufficiente a cambiare il corso del mondo. Porta solo a un marginalizzazione''.