Clochard deceduto nel mantovano: è stato stroncato da un infarto

·1 minuto per la lettura
Clochard morto Suzzara
Clochard morto Suzzara

Tragedia a Suzzara, comune in provincia di Mantova, dove un clochard di 49 anni è stato trovato morto in una cabina Enel: l’uomo sarebbe stato colto da un infarto che non gli ha lasciato scampo.

Clochard trovato morto a Suzzara

Il ritrovamento è avvenuto vicino alla rotonda tra via Europa, via Mitterrand e via Iotti, a poche decine di metri dal centro commerciale Po. Secondo le prime ricostruzioni a trovarlo senza vita sarebbe stato l’uomo con cui condivideva il giaciglio. Dopo il suo allarme si sono precipitati sul posto i sanitari del 118 della Cri Unità di Suzzara che hanno accertato il suo decesso. Stando agli iniziali accertamenti, sarebbe avvenuto per cause naturali.

Il medico legale ha infatti appurato che si è trattato di un arresto cardiaco. Sul suo corpo verrà comunque eseguita un’autopsia per escludere che sia stato provocato da eventi esterni o atti di violenza dato che l’uomo presentava un trauma alla fronte (che secondo il medico è da addurre alla caduta dal gradino interno della cabina Enel per effetto del malore che l’ha colto improvvisamente).

Clochard trovato morto a Suzzara: chi era

Gennaro Sabatino, senza fissa dimora, aveva la residenza a Torre Annunziata (Napoli) dove vivono i genitori e alcuni parenti. In passato aveva lavorato come operaio alla ditta Silor di Codisotto di Luzzara al confine con Suzzara. Da qualche tempo non frequentava più questa zona perché, per lavoro, si era spostato a Borgoforte di Borgo Virgilio. Periodicamente però tornava a Suzzara per dormire in una cabina Enel dove condivideva un giaciglio con un’altra persona.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli