Clooney scienziato nello spazio, alla regia di “The Midnight Sky”

·1 minuto per la lettura
Clooney scienziato nello spazio, alla regia di “The Midnight Sky”
Clooney scienziato nello spazio, alla regia di “The Midnight Sky”

Roma (askanews) – George Clooney torna alla regia con “The Midnight Sky”, che sarà su Netflix dal 23 dicembre. Il film è l’adattamento del romanzo di Lily Brooks-Dalton “La distanza tra le stelle”. L’attore-regista interpreta uno scienziato solitario nell’Artide che cerca di impedire a Sully, interpretata da Felicity Jones, e ai suoi colleghi astronauti di rientrare sulla Terra, colpita da una misteriosa catastrofe.

Clooney, che è anche coproduttore del film, questa volta si cimenta dunque con la fantascienza. Sono molto lontani i temi politici toccati in “Good Night and good luck” ma anche gli accenti lievi di “In amore niente regole” o i richiami al cinema dei fratelli Coen del film precedente, “Suburbicon”. Il regista ci porta nello spazio, dopo un’apocalisse, per un’impresa che sembra voler calcare le orme di “Interstellar” e “Gravity”, di cui lui stesso era protagonista.

Clooney ha rivelato che quello che gli interessava di più in questa storia era lo spirito di sopravvivenza del suo personaggio e la necessità dell’uomo di rapportarsi con le altre persone, anche in condizioni estreme. Soprattutto amava questo astronomo brizzolato, solitario, pieno di rimpianti ma che non si arrende.