“Club 57”, Riccardo Frascari: amo gli anni ’50 e li rivivo da JJ

“Club 57”, Riccardo Frascari: amo gli anni ’50 e li rivivo da JJ

Roma, 26 lug. (askanews) – Da fine settembre arrivano su Rai Gulp i nuovi episodi di “Club 57” serie tv di Rainbow, coprodotto con Nickelodeon in collaborazione con Rai Ragazzi, partita ad aprile, ambientata tra il presente e gli anni ’50 e girata tra Miami e la Puglia.

Una storia d’amore in cui si mixano musica, amicizia, scienza, ballo, seguendo le avventure di Eva e di suo fratello Ruben che si ritrovano a viaggiare nel tempo e finiscono sul palco di un noto show musicale chiamato Club 57. E’ dietro le quinte che Eva incontra JJ e se ne innamora.

A interpretare JJ è Riccardo Frascari: “Posso sicuramente dire che sarà una stagione piena di tante sorprese, novità, verranno risolte molte questioni che erano state lasciate in sospeso nella prima parte della serie, riusciremo a capire cosa succede tra Eva e JJ…”.

Riccardo, nato a Bologna nel ’97, è l’unico italiano di un cast internazionale prevalentemente latinoamericano. Il personaggio che interpreta ha molto di lui: “Il giubotto di pelle ce l’ho spesso, la chitarra pure e condivido con JJ anche la lealtà, una forte credenza nei valori più semplici, l’amore verso la famiglia, gli amici, nel rispetto degli altri e nel non giudicare. Poi è un esempio di grande umiltà per cui sono felice di poterlo portare sullo schermo”.

E soprattutto è un appassionanto degli anni ’50 che rivive da JJ. “Io ho una grandissima passione per gli anni ’50. Da dodicenne nelle mie prime lezioni di chitarra conobbi Elvis e altri cantanti, ho sentito subito un feeling con questi anni e ho iniziato ad approfondirli da solo e ho provato a portare un po’ di Elvis nel mio personaggio che comunque in parte gli è ispirato, la sceneggiatura della serie è una sua grande fan e ha voluto omaggiarlo in qualche modo. Poi ovviamente lui è stato il ‘king’, è unico”.

“Club 57” per lui ha qualcosa in più di tante altre serie teen: “Credo, a mio modesto parere che avessero un plot basic, qui ci ritroviamo con viaggi nel tempo, guardiani del tempo, salti temporali, ci sono momenti da musical e i cambi d’atmosfera, ad esempio le scene girate in Italia sono una cornice meravigliosa che fa sognare, c’è la storia d’amore sulle coste della Puglia, immagino che i ragazzi guardandola possano sognare a occhi aperti”.

Ci sarà un’altra stagione? “Spero si faccia, tutti abbiamo voglia di ricominciare e riportare sullo schermo questi personaggi, sento di non aver ancora finito con JJ e di avere ancora tante cose da poter regalare al pubblico”.