Cluster di 92 persone dal pellegrinaggio ad Assisi: almeno 24 positivi

·1 minuto per la lettura
focolaio italia
focolaio italia

Maxi-focolaio in seguito ad un pellegrinaggio ad Assisi. I partecipanti sono 90 circa, di cui oltre 20 già positivi. Il paziente che ha dato origine ai contagi è in terapia intensiva.

Covid, maxi-focolaio al ritorno dal pellegrinaggio ad Assisi

Sono quasi un centinaio gli abitanti di Pieve di Soligo, in provincia di Treviso, partiti in pellegrinaggio per Assisi per portare un Presepe in vista di Natale. Al momento, sono coinvolte 92 persone, di cui 24 positivi, 3 casi sospetti e 65 contatti stretti.

Il cluster di casi positivi è stato scoperto dal Dipartimento di Prevenzione dell’Ulss 2 – Unità locale Socio-sanitaria. L’ente è incaricato di monitorare i contagi.

Covid, focolaio di ritorno da un pellegrinaggio: le dinamiche

Il contagio – come predetto – è legato ad un pellegrinaggio ad Assisi effettuato la settimana scorsa. La maggior parte delle persone che ne hanno preso parte, hanno viaggiato a bordo di due pullman a stretto contatto; altri 16, invece, hanno raggiunto la destinazione con un mezzo proprio.

Il cosiddetto “paziente zero“, che avrebbe dato origine al focolaio, è attualmente ricoverato in terapia intensiva.

Covid, focolaio di ritorno da un pellegrinaggio: il precedente in Sardegna

Il fatto di cronca fa tornare alla memoria un’altro focolaio scoperto recentemente, appena un mese fa. Si tratta dei 180 fedeli di Sassari, in Sardegna, partiti per un pellegrinaggio a Medjugorje e ritornati in buona parte contagiati.

Anche in quel caso lo spostamento era avvenuto in pullman e gli spazi ristretti erano stati fatali: 30 positivi al primo riscontro, di cui 6 ricoverati, tutti non vaccinati.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli