Cnn: Usa nel 2017 esfiltrarono da Russia una spia di alto livello

Bea

Roma, 9 set. (askanews) - Gli Usa esfiltrarono dalla Russia "una delle loro fonti riservate di più alto livello all'interno del governo russo" nel 2017, anch perchè temevano che la cattiva gestione dei dossier top secret da parte di Donald Trump e della sua amministrazione potesse mettere in pericolo la fonte. Lo scrive la Cnn citando "diversi funzionari dell'amministrazione con conoscenza diretta" della questione e affermando che "una persona direttamente coinvolta nelle discussioni" ha detto che l'iniziativa fu presa perchè non ci si poteva fidare dei tutto di Trump e dei suoi uomini.

Descrivendo il "culmine di mesi di paure crescente all'interno della comunità d'intelligence", Cnn spiega che la decisione di procedere all'estrazione fu presa poco dopo un ormai tristemente noto incontro nella studio Ovale a maggio 2017 nel quale Trump, che aveva da poco licenziato il direttore dell'Fbi James Comey, discusse informazioni d'intelligence riservatissime sull'Isis in Siria con il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov e l'allora ambasciatore negli Usa Sergey Kislyak.(Segue)