Continua offensiva 'elettrica' Jeep con Avenger, Wagoneer e Recon

(Adnkronos) - Passa attraverso 4 modelli completamente elettrici che saranno lanciati in Nord America e in Europa entro il 2025 la prossima fase dell'offensiva di Jeep che punta a diventare leader globale nei Suv a emissioni zero. Alcuni di questi vengono presentati oggi nel Jeep 4xe Day che all'insegna dello slogan 'Freedom is Electric' sottolinea come entro il 2030 le vendite del marchio Jeep negli Stati Uniti saranno rappresentate per il 50% da veicoli interamente elettrici, mentre a quella data le vendite europee saranno costituite al 100% da vetture full-electric. Il piano supporta pienamente gli obiettivi di azzeramento delle emissioni nette di anidride carbonica fissati da Stellantis nel suo Dare Forward 2030 piano strategico a lungo termine.

Jeep ha diffuso le prime immagini di due SUV interamente elettrici – la nuova Recon e la nuova Wagoneer– che approderanno in Nord America e in altre regioni in tutto il mondo, mentre la nuovissima Jeep Avenger full-electric - che verrà costruita in Polonia - verrà lanciata in Europa all’inizio del prossimo anno.

Tutti i modelli presentati oggi sono caratterizzati da un design deciso e da una automonia destinata a cancellare i timori legati all'utilizzo di vetture elettriche.Così la Wagoneer - che reinterpreta l'iconica griglia frontale e propone un look decisamente moderno - offrirà trazione 4x4 di serie, gestione ‘all-terrain’, tecnologie avanzate specifiche del marchio Jeep ma anche un’autonomia target di 400 miglia con una singola carica, 600 CV e un tempo di accelerazione 0-60 miglia/ora di circa 3,5 secondi.

“Entusiasmeremo i clienti con un SUV premium ad alta efficienza,” ha sottolineato Christian Meunier, CEO del marchio Jeep. Il Wagoneer sarà presentato al pubblico il prossimo anno e la produzione avrà inizio nel 2024 in Nord America. Negli Stati Uniti, le prenotazioni per il modello full-electric della Wagoneer saranno aperte ai clienti all’inizio del 2023. La vettura sarà commercializzata nei principali mercati internazionali, compresa l'Europa.

Quanto alla Recon si preannuncia una vettura del tutto nuova destinata a un pubblico meno 'urbano': concepita sin dall’inizio per essere al 100% Jeep 4x4 e al 100% a emissioni zero sarà offerta esclusivamente come BEV e offrirà prestazioni 'Trail Rated' con sistema di gestione della trazione Jeep Selec-Terrain, tecnologia elettrica di blocco degli assi, protezione sottoscocca, ganci di traino e pneumatici fuoristrada aggressivi. Per esaltare lo spirito di libertà all’aria aperta di Jeep la Recon proporrà vetro e porte rimovibili. Come spiega Meunier la nuovissima Recon "è in grado di percorrere il formidabile Rubicon Trail, uno degli itinerari fuoristrada più impegnativi degli Stati Uniti, e di arrivare alla fine del tragitto con un’autonomia sufficiente per rientrare in città per la ricarica". Questo SUV globale sarà presentato al pubblico il prossimo anno e la produzione avrà inizio nel 2024 in Nord America. Negli Stati Uniti, le prenotazioni per il nuovo SUV BEV Jeep Recon saranno aperte ai clienti all’inizio del 2023. La Jeep Recon sarà commercializzata nei principali mercati internazionali, compresa l'Europa.

Ma la novità più interessante per il mercato italiano, quello di riferimento per Jeep in Europa, è la nuova Avenger, il primo SUV Jeep completamente elettrico di sempre, che arriverà all'inizio del prossimo anno e offrirà un’autonomia elettrica target di 400 chilometri, con un’altezza da terra e angoli di dosso e attacco eccellenti per il suo segmento. Posizionata sotto la Renegade, l'Avenger - spiega Antonella Bruno, Head of Jeep Europe in Stellantis - "offrirà l’insieme di capacità del marchio Jeep declinato su misura per il mercato europeo. Questo SUV moderno, divertente ed emozionante si rivolgerà a un numero crescente di clienti alla ricerca di una vettura firmata Jeep che offra un’alternativa performante, compatta, moderna e interamente elettrica agli attuali player.” La Jeep Avenger -16 cm più corta e 13 più bassa della Renegade - debutterà il 17 ottobre al Salone di Parigi, e lo stesso giorno saranno aperte le prenotazioni per i clienti. Come target - ha spiegato la Bruno - il nuovo suv "guarda a giovani e donne mentre la Renegade continuerà a parlare a clienti più 'familiari'. Insomma, due modelli complementari" per la crescita di un brand che - come spiegano i responsabili - "ha il cielo come limite".