Cocaina dal Per all'Italia anche con baby corrieri: 12 arresti

fcz

Milano, 18 giu. (askanews) - Due chili di cocaina nascosti nel bagaglio di una bambina di 11 anni che viaggiava come minore non accompagnata. Uno stratagemma che non bastato a beffare gli investigatori della Guardia di Finanza che dopo aver monitorato tutta la fase del trasporto hanno sequestrato il carico di polvere bianca all'aeroporto di Malpensa: droga purissima, in arrivo dal Per e destinata alla piazza della movida milanese e Pavese che l'11enne stava inconsapevolmente introducendo sul territorio nazionale. E' solo uno degli episodi emersi nella seconda fase della cosiddetta operazione "Huarango" che ha portato a 12 arresti tra gli affiliari a un'organizzazione criminale di narcos. Le manette sono scattate ai polsi di sette periviani (due uomini e 5 donne) e due italiani, tutti pregiudicati. Altri tre peruviani destinatari dell'ordine di arresto disposta dal gip del Tribunale di Milano sono ancora ricercati e risultano latitanti. Nel blitz, che ha richiesto l'impegno di oltre 100 militari delle Fiamme Gialle di Pavia, con la collaborazione del Servizio Centrale Investigazione Criminalit Organizzata (S.C.I.C.O.) e il supporto dei Comandi Provinciali di Milano, Napoli e Terni impegnati, sono stati anche sequestrati oltre 20 chili di cocaina. E' la seconda tranche della pi ampia indagine che, nel 2018, aveva gi portato a 12 arresti e al sequestro di 30 chili di polvere bianca.

Nella stessa inchiesta, condotta dal pm di Milano Maurizio Ascione grazie anche alla collaborazione con l'intelligence peruviana, sono finiti in carcere due italiani, incensurati e insospettabili, arrestati all'aeroporto di Lima con 6 chili di cocaina purissima. Quanto alla baby corriere sorpresa a Malpensa con 2 chili di droga nello zaino, l'11enne stata affidata alla madre che non sapeva nulla del traffico di droga.