Cocaina e pestaggi, una nuova condanna per i fratelli Bianchi

Cocaina e pestaggi, una nuova condanna per i fratelli Bianchi (Foto Facebook)
Cocaina e pestaggi, una nuova condanna per i fratelli Bianchi (Foto Facebook)

Marco e Gabriele Bianchi sono stati condannati all'ergastolo per l'omicidio di Willy Monteiro Duarte, pestato a morte nella notte tra il 5 e il 6 settembre 2020: ora per i due fratelli arriva una nuova condanna.

VIDEO - Donna del mese di settembre 2020: Mamma Lucia

I due fratelli sono stati condannati in appello a quattro anni e mezzo di reclusione per spaccio di droga e lesioni. In primo grado erano stati condannati a cinque anni e quattro mesi. Sarebbe stato proprio lo spaccio di droga a consentire l'elevato tenore di vita dei Bianchi, che per il fisco risultavano tuttavia nullatenenti. Con hashish e cocaina, Marco e Gabriele Bianchi si sarebbero concessi auto di lusso, gioielli, orologi e viaggi.

LEGGI ANCHE: Willy Monteiro, il suocero di Gabriele Bianchi: "È un bullo, mia figlia è stravolta"

Oltre ai fratelli Bianchi, già in carcere per l'omicidio di Willy Monteiro, sono stati arrestati due loro amici, che pare facessero parte della cosiddetta "gang dello scrocchio".

Il giudice che ha firmato l'ordinanza di arresto per i Bianchi e i loro amici ha evidenziato "chiaramente indicativi di una spiccata e sistematica capacità delinquenziale", che ha portato poi alla morte di Willy.

"Sei un infame tu e tuo padre, siete solo dei pezzi di me**a. Avete torto marcio e andate pure a fa la denuncia infami. Morti de fame", urlavano i fratelli Bianchi a un ventenne finito nel mirino della loro violenza per via di un debito non saldato. Per questo motivo, i "gemelli" di Artena erano particolarmente temuti in tutta la zona.

LEGGI ANCHE: Fratelli Bianchi in cerca di un nuovo avvocato