Coco Gauff, da prodigio a nuova leggenda del tennis

no credit

AGI - L'ex tennista Chris Evert ha predetto che avrebbe vinto un campionato del Grande Slam, anche a 18 anni; il grande John McEnroe ha dichiarato che sarebbe stata la numero 1. Michelle Obama ha persino commentato e condiviso l'immagine di lei su Instagram, aggiungendo: "Il cielo è davvero il limite". Rick Macci, ex allenatore di Serena e Venus Williams, l'ha descritta come "una star dell'atletica leggera che ha una racchetta da tennis in mano", riporta il New York Times Magazine che le dedica un ritratto.

Stiamo parlando di Coco Gauff la diciottenne tennista, che solca la terra rossa da quando ne aveva 14, e che oggi è di fatti la donna più giovane ad esser arrivata così avanti in un torneo del Grande Slam (quattro tornei più importanti al mondo vinti nello stesso anno) dal 2004, quando Maria Sharapova, all'età 17 anni, si è aggiudicata la finale di Wimbledon. A 15 anni, ha proceduto, con sorprendente grazia e compostezza, al quarto round di Wimbledon, sconfiggendo il suo idolo.

“Il rovescio di Gauff, in particolare, è a prova di errore, anche quando arriva a malapena alla palla in tempo per entrare in contatto”, annota il magazine. Ma la vittoria di Gauff alla finale agli Open di Francia ha fatto la storia del torneo stesso."La stavamo tutti aspettando", ha twittato Chris Evert, anche se la stessa Gauff ha ammesso di essere "un po' scioccata".

La nuova fuoriclasse arriva con un tempismo perfetto, specie dopo l'annuncio di Serena Williams di voler smettere di giocare, “decisione – chiosa il magazine del Times –

che lascerebbe lo sport privo non solo del suo carisma e grandezza, ma anche delle classifiche di successo e delle folle che quelle qualità attirano sicuramente” ma “anche il tennis maschile poggia precariamente su leggende la cui epoca svanirà sicuramente presto: Djokovic ha 35 anni; Nadal, 36 anni; Federer, 41”.

E infatti il commento della tennista è stato: “Sono cresciuta guardandola", ha detto Gauff della Williams poco dopo la notizia del suo ritiro. "Voglio dire, questo è il motivo per cui gioco a tennis". E in effetti guardare le sorelle Williams dominare uno sport che è ancora prevalentemente bianco le ha permesso di credere di poter fare lo stesso, ha detto. Gauff è così stata proclamata erede delle sorelle Williams da quando ha sconfitto Venus a Wimbledon, un confronto a cui ha resistito: "Capisco perché le persone ci paragonano, ma penso che sia semplicemente importante che io voglia essere conosciuta come Coco", ha detto agli Open di Francia 2021.

Il giudizio del settimanale del quotidiano newyorkese è netto: “La natura della celebrità sportiva di Gauff è già chiara, precisa, un riflesso del giorno in cui è diventata maggiorenne, della generazione di cui fa parte e della sua accattivante sensibilità da sorella maggiore e della profonda consapevolezza del sé pubblico che aiuta a costruire sui social media”. La nuova stella del tennis è già tra noi.