Codacons: "Diecimila euro agli under 60 vaccinati con AstraZeneca"

·1 minuto per la lettura
Codacons:
Codacons: "10mila euro agli under 60 vaccinati con AstraZeneca"(Photo by Diego Puletto/Getty Images)

Maxi risarcimento per le persone sotto i 60 anni che hanno ricevuto il vaccino AstraZeneca: la proposta arriva dal Codacons, con un'azione collettiva. 

Si possono chiedere, ha fatto sapere Codacons, fino a diecimila euro di risarcimento per i rischi sanitari corsi "anche in assenza di conseguenze fisiche legate alla vaccinazione". 

GUARDA ANCHE - Trombosi da vaccino AstraZeneca, in Canada trovata una cura efficace

"La situazione di totale incertezza - si legge in un comunicato del Codacons - e i continui cambiamenti nel piano vaccinale hanno di fatto messo potenzialmente a rischio la salute di quei soggetti che hanno ricevuto Astrazeneca pur essendo categorie a cui la somministrazione di tale vaccino era sconsigliabile. Errori, ritardi e repentini dietrofront da parte degli enti pubblici che aprono ora le porte ai risarcimenti in favore dei cittadini".

L’azione del Codacons mira a chiedere "il risarcimento del danno non patrimoniale causato dalla paura di ammalarsi per avere ricevuto la somministrazione del vaccino Astrazeneca autorizzato dalle competenti autorità Italiane (danno ormai riconosciuto dalla Giurisprudenza da svariati anni in particolare a seguito del noto 'caso Seveso' del 1976). Tale danno potrà forfettariamente quantificarsi nella misura di euro 10.000".

Oltre a questo, c'è il "risarcimento del danno non patrimoniale-biologico, danno permanente o temporaneo, anche in termini di danno differenziale, riportato per essere stato sottoposto alla vaccinazione Astrazeneca, con riserva di indicazione e quantificazione specifica".

GUARDA ANCHE - Covid: quanto sono efficaci i vaccini? Il nuovo studio alimenta la speranza

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli