Codacons denuncia il video di Chiara Ferragni e Baby K: ecco il motivo

·2 minuto per la lettura

Il rapporto tra il Codacons e i Ferragnez è sempre più incrinato: alle già numerose querelle dei mesi scorsi, si aggiunge anche una nuova denuncia della nota associazione contro Chiara Ferragni e il suo videoclip con Baby K. Ma quale sarà mai il motivo di questo nuovo intervento? Cosa avrà combinato mai la divina influencer? LEGGI ANCHE: -- Simona Ventura, la gaffe sull'intervista a Chiara Ferragni: ‘Almeno non mostrarlo’

Il Codacons denuncia Chiara Ferragni: "fa pubblicità occulta"

Andiamo con ordine. A finire sotto attacco è il videoclip di Non mi basta più, il tormentone estivo lanciato da Baby K e Chiara Ferragni: il Codacons denuncia infatti l’utilizzo di pubblicità occulta nel filmato promozionale del brano, un product placement non debitamente segnalato. Sia il video che la canzone, infatti, fanno riferimento ad un noto marchio per la cura dei capelli, mostrato esplicitamente sin dai primi secondi del filmato e nei versi: “Tu fra queste bambole sembri Ken \ Ti ho in testa come P…..”.

Il Codacons chiede di censurare il brano

Il caso della canzone ‘Non mi basti più' di Baby K e Chiara Ferragni è emblematico – rileva il Codacons nella nota che denuncia il placement occulto – perché non solo il videoclip del brano mostra a più riprese i prodotti di un noto marchio per la cura dei capelli, ma addirittura il nome dell'azienda produttrice viene menzionato anche nel testo stesso della canzone, che si trasforma da tormentone estivo a vera e propria pubblicità in musica. Per questo motivo, dunque, l’associazione ha deciso di presentare un esposto all’Autorità per la concorrenza (l’Antitrust), al fine di chiedere l’apertura di un procedimento contro il videoclip e la canzone, “valutando l'obbligo per le emittenti radiofoniche e televisive di censurare il brano nella parte in cui sponsorizza il noto marchio commerciale”. Arriverà a breve la risposta di Chiara Ferragni e di Baby K? E magari anche quella di Fedez? Foto: Kikapress