Codice rosso, Fi:Bonafede si attivi per minori stappati a famiglie

Red/Lsa

Roma, 17 lug. (askanews) - "Il ministro della Giustizia Bonafede sempre pronto a sventolare manette e a vantarsi di provvedimenti severissimi, intervenga sulle tante situazioni di bambini strappati ai loro genitori che trovano riparo nelle case famiglie dopo casi di violenze domestiche". E' l'appello lanciato al Guardasigilli dal vicepresidente vicario dei senatori di Forza Italia, Lucio Malan, nel corso della discussione a palazzo Madama sul cosiddetto 'Codice rosso'.

"Se il comportamento del genitore protetto in una struttura di accoglienza non viene ritenuto adeguato - ha spiegato Malan - questi viene allontanato e solo in quel momento scopre di aver perso la potestà genitoriale. Gli Enti locali, che hanno la responsabilità dei servizi sociali devono cambiare modalità - spiega il senatore azzuerro - perché è inaccettabile vedere figli strappati alle famiglie soprattutto quando non ce ne sono le condizioni. Bonafede intervenga perché questa è una priorità e non si limiti a rispondere in 10 minuti nel corso di un question time".

Forza Italia ha sollecitato poi governo e maggioranza a modificare il testo per disegno di legge per miglioraro e renderlo più efficace. "Noi vi chiediamo di non lasciare che il calcolo politico impedisca l'approvazione di alcuni emendamenti che puntano a migliorare questa legge - ha aggiunto a sua volta il senatore Giacomo Caliendo -. Senza modifiche approverete norme prive di efficacia per contrastare la violenza contro le donne e poco utili sotto il profilo della risposta penale di fronte a fatti che invece hanno bisogno di essere sconfitti con la cultura della prevenzione".