Codice rosso, Spadoni (M5s): bene sinergia governo-Parlamento

Pol/Bac

Roma, 17 lug. (askanews) - "Sono davvero soddisfatta che il provvedimento Codice rosso contro la violenza sulle donne sia diventato legge dello Stato: da oggi il magistrato avrà l'obbligo di ascoltare entro tre giorni le donne che denunciano reati di maltrattamenti, violenza sessuale e lesioni aggravate commessi all'interno delle mura domestiche, sarà obbligatoria la formazione per le Forze dell'ordine per aiutare le donne nell'iter di denuncia e ci saranno aumenti di pena per la violenza sessuale, l'abuso sui minori, l'omicidio passionale e lo stalking". Lo scrive su Facebook la vicepresidente della Camera, Maria Edera Spadoni, deputata M5s.

"Sono davvero orgogliosa - aggiunge - che sia stata accolta nella legge anche la mia proposta: da oggi le donne avranno 12 mesi di tempo per poter denunciare una violenza sessuale anziché 6. Sono stati introdotti nuovi reati come la deformazione permanente del volto con l'acido e i matrimoni forzati. Nasce finalmente il reato di revenge porn e, inoltre, da oggi i bambini che assistono a maltrattamenti saranno tutelati e considerati vittime".

"E' un buon risultato quello ottenuto: la sinergia tra Governo e Parlamento ha portato ad un importante passo sulla strada della lotta contro la violenza sulle donne che si dovrà anche combattere su altri piani come quello culturale e sociale. Un primo importantissimo risultato da cui attingere la forza per continuare su questa strada. La direzione è quella giusta, avanti", conclude.