Codice Salvini. Il Governo mette nel mirino le Ong: "In Italia non sbarcate"

Umberto De Giovannangeli
Il "codice Minniti" non va piu bene. Troppo permissivo. Serve un nuovo

Il "codice Minniti" non va più bene. Troppo permissivo. Serve un nuovo regolamento più rigido nel Mediterraneo: il codice Salvini. Il vice premier e ministro dell'Interno ci sta lavorando da giorni e ha messo nel mirino le Ong. La chiusura dei porti è solo uno degli interventi, uno degli obiettivi è fare chiarezza sui finanziatori delle organizzazioni non governative, su chi lucra sul "business dell'immigrazione". L'offensiva di Salvini contro quelli che sprezzantemente definisce "vicescafisti" è appena cominciata, la missione è eliminare le navi umanitarie dal Canale di Sicilia.

Sono le 9 di mattina quando Matteo Salvini annuncia sui social network che le Ong Lifeline e Seefuchs al largo delle coste della Libia troveranno i porti italiani chiusi. "Dovranno cercarsi altri porti (non italiani) dove dirigersi" scrive il vice premier. Sulla nave battente bandiera olandese della Ong tedesca Lifeline ci sono 118 persone a bordo di un gommone in difficoltà al largo delle coste libiche. Ai passeggeri, tra i quali 14 donne, 4 bambini e un neonato, sono stati forniti giubbotti di salvataggio. Dall'imbarcazione parte un tweet di commento, in cui danno del "fascista" a Salvini - presto cancellato - che replica: "Roba da matti. A casa nostra comandiamo noi, la pacchia è STRA-FINITA, chiaro?". E aggiunge: "Questi non toccheranno mai più terra in Italia". Infine posta la foto del suo nuovo nemico.



Il "codice Salvini"...

Continua a leggere su HuffPost