Coldiretti: con dazi porti chiusi a Made in Italy, da pomodori a riso

Red/Cro/Bla

Roma, 31 ago. (askanews) - Non solo dazi, lo stop al Made in Italy a tavola nel mondo arriva soprattutto dalle barriere sanitarie e burocratiche erette spesso strumentalmente nei confronti dei prodotti agroalimentari nazionali, dal pomodoro ciliegino bloccato alle frontiere con il Canada ai porti chiusi al riso tricolore in Cina, che costano almeno mezzo miliardo all' export nazionale. E' quanto emerge da una analisi della Coldiretti sul Dossier realizzato dal ministero delle Politiche Agricole sugli ostacoli che in molti Paesi impediscono l'accesso alle esportazioni di cibi e bevande.

Si tratta - sottolinea la Coldiretti - di blocchi alle esportazioni e misure restrittive giustificati ufficialmente dal rischio della diffusione di malattie e parassiti delle piante ma che non trovano spesso riscontro nella realtà e coprono invece politiche protezionistiche.

(Segue)