Coldiretti: con dazi porti chiusi a Made in Italy, da pomodori a riso -2-

Red/Cro/Bla

Roma, 31 ago. (askanews) - Un freno all'export agroalimentare nazionale che è in aumento del 6,7% nei primi cinque mesi del 2019 dopo aver raggiunto 2018 il valore record di 41,8 miliardi di euro secondo una analisi della Coldiretti su dati Istat. Una vera e propria guerra commerciale sommersa che - precisa la Coldiretti - nasconde spesso la volontà di difendere degli interessi locali per aggirare anche accordi internazionali sul libero scambio.

Nonostante l'accordo CETA di libero scambio tra Unione Europea e Canada, il pomodoro ciliegino, che era ben posizionato su quel mercato, è stato bloccato dalla richiesta delle autorità canadesi di importare pomodori senza parti verdi mentre in Cina anche dopo l'accordo sulla Via della Seta resta fermo - riferisce la Coldiretti - il protocollo d'intesa per autorizzare l'esportazione di riso da risotto con la richiesta di ulteriori informazioni da parte del governo di Pechino su quantità, superfici investite a riso in Italia, volumi importati ed esportati e una scheda sui trattamenti. Sull'impiego di particolari prodotti fitosanitari è poi incagliata la trattativa per consentire l'arrivo del riso tricolore anche in India.

(Segue)