Coldiretti: da agricoltura 4.0 in 2020 fatturato da 540 milioni

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 12 mar. (askanews) - L'arrivo di robot e droni salva i raccolti nei campi italiani rimasti senza lavoratori a causa dell'emergenza coronavirus, l'emergenza Covid spinge l'innovazione con la svolta tecnologica dell'agricoltura 4.0 che ha generato in Italia un fatturato intorno ai 540 milioni di euro nel 2020, con una crescita di circa il 20% rispetto all'anno precedente. E' quanto afferma la Coldiretti sulla base dei dati dell'Osservatorio Smart AgriFood che evidenziano l'accelerazione impressa al cambiamento dalla pandemia, anche nelle campagne.

Le soluzioni di supporto alle attività in campo come le mietitrebbie con sistema di mappatura delle produzioni o i trattori con guida satellitare (Global Navigation Satellite System) a sostegno dell'agricoltura di precisione sono le innovazioni più diffuse che rappresentano il 36% del mercato ma in crescita sono le iniziative per la valorizzazione dei dati in azienda o lungo tutta la filiera.

Ad oggi la superficie coltivata con strumenti di agricoltura 4.0, secondo le stime dell'Osservatorio Smart AgriFood, è dell'ordine del 3-4% della superficie totale ma esiste un grande potenziale di crescita soprattutto con l'utilizzo dei Big Data Analytics e del cosiddetto "Internet delle cose. Dalla possibilità di seguire i propri pascoli in remoto alla stazione meteo nel frutteto per ottimizzare le operazioni colturali fino alla stalla a portata di smartphone sono alcune delle innovazioni entrate nelle aziende agricole italiane. Una evoluzione del lavoro nei campi che sul Portale del Socio della Coldiretti ha portato alla creazione di Demetra il primo sistema integrato per la gestione on line dell'azienda agricola con lettura in tempo reale dello stato di salute delle coltivazioni, dati su previsioni meteo e temperature, fertilità dei terreni e stress idrico.